www.miciomiao.it ::: 4.0 :::

2011 - Jiro Taniguchi, The man who tells

La mostra su Jiro Taniguchi è stata realizzata per Lucca Comics nel 2011 ma ha origini più lontane. La prima idea ed i primi contatti nascono intorno al 2004. Problematiche di varia natura ci impedirono di procedere con la mostra a quei tempi.

La mostra è stata curata da me e da Giovanni Russo, Coordinatore Lucca Comics di Lucca Comics con il prezioso aiuto di Eleonora Mattei, responsabile dell'Area Pro di Lucca Comis, e Alessandra Marchioni, Cordinatrice Editoriale per la Panini Comics Italy.

Partendo dall'idea di voler presentare le sue capacità narrative e artistiche, Giovanni ha scelto le sequenze da esporre e ha scritto tutti i testi della mostra mentre io mi sono occupato di pensare un allestimento che rendesse omaggio alla linea pulita e precisa del Maestro Taniguchi oltre che dare forza alle sequenze.

In mostra c'erano 6 sequenze estrapolate da altrettante storie più un illustrazione a colori per ognuna di esse. L'uomo che cammina, Allevare un cane, Gli anni dolci, Ai tempi di papà, Quartieri lontani ed Uno zoo d'inverno.

Ogni gruppo di tavole, esposto col senso di lettura rigorosamente invertito alla giapponese, era preceduto da copie delle stesse in lingua italiana per poter assaporare a pieno la capacità di storytelling del mangaka.

A corredo della mostra ho ingrandito alcune immagini particolarmente evocative, fatte stampare su tela ed esposte intelaiate come se fossero dei quadri. L'idea era di perdersi nella sua incredibile ed evocativa capacità artistica così da poter avere un doppio percoso all'interno della mostra.

In the 1997 I proposed to Lucca Comics an exhibition on Giorgio Cavazzano. For the occasion I asked to Mauro Bruni and Pierpaolo Putignano to help me, and this would also be the beginning of an artistic / cultural association on the creation of exhibitions that still persists.

The exhibition was also my first official as a curator at all. We filled the church of San Cristoforo in Via Fillungo in Lucca with more than 400 originals of Cavazzano. Works that ranged from the beginning of his career to his latest productions, also some pages in preview from the upcoming, at that time, "Le Storie", two long novels written by Bonvi and published for theSergio Bonelli Editore.

For the occasion there was an art catalog edited by Lo Scarabeo from Torino and written by me together with Mauro Bruni and Luca Boschi and some other authors' contributions.

Also with Pierpaolo Putignano we made a series of giant acrylic painted wood shapes that adorned the whole exhibition, making it particularly colorful, fun and very scenic.